martedì 1 gennaio 2008

Bankitalia s.p.a


Vecchio Statuto
ART.3

Il capitale della Banca d’Italia è di 156.000 euro rappresentato da quote di partecipazione di 0,52 euro ciascuna (4). Le dette quote sono nominative e non possono essere possedute se non da:
a) Casse di risparmio;b) Istituti di credito di diritto pubblico e Banche di interesse nazionale; c) Società per azioni esercenti attività bancaria risultanti dalle operazionidi cui all’ art. 1 del decreto legislativo 20.11.1990, n. 356; d) Istituti di previdenza; e) Istituti di assicurazione.
Le quote di partecipazione possono essere cedute, previo consenso del Consiglio superiore, solamente da uno ad altro ente compreso nelle categorie indicate nel comma precedente.

In ogni caso dovrà essere assicurata la permanenza della partecipazione maggioritaria al capitale della Banca da parte di enti pubblici o di società la cui maggioranza delle azioni con diritto di voto sia posseduta da enti pubblici.


Nuovo statuto
ART.3

Il capitale della Banca d’Italia è di 156.000 euro ed è suddiviso in quote di partecipazione nominative di 0,52 euro ciascuna, la cui titolarità è disciplinata dalla legge.
Il trasferimento delle quote avviene, su proposta del Direttorio, solo previo consenso del Consiglio superiore, nel rispetto dell’autonomia e dell’indipendenza dell’Istituto e della equilibrata distribuzione delle quote.

Dov'è la parte (in rosso) che specificava l'obbligo di avere uno STATO SOVRANO a controllo dell'Istituto stesso?

Qui il testo integrale del nuovo statuto.

Per chi non la sapesse quindi ,la Banca d'Italia é un azienda privata gestita da azionisti che vende soldi al nostro stato,quindi a noi,sotto interessi,quindi indebitandoli alla fonte.Il famoso signoraggio di cui ho già parlato e spiegato in precedenza.

Ho trovato alcune dichiarazioni pubbliche di alcuni banchieri che sono molto interessanti e ci permettono di capire quale sia il mondo delle banche e il perché della loro esistenza a nostro discapito o per il nostro controllo.....!(a livello globale)
Riassumo in breve il motivo delle dichiarazioni che seguono:Si parlava della possibilità di introdurre le banconote invece delle monete da 1 o 2 euro,che ci avrebbero aiutato sicuramente a capire il valore reale della nuova moneta(l'euro)essendo noi abituati ad avere in tasca monete da 500 lire!Io stesso fatico a volte a capire quanti soldi ho in tasca in monete.Con 1 o 2 euro si fa presto a fare mucchia!
L'ex ministro Tremonti avanzò questa proposta delle banconote da 1 o 2 euro,e la risposta dell'allora presidente della BCE(banca centrale europea)Duisenberg fu:"non abbiamo progetti di introdurre banconote da 1 o 2 euro, ma ne abbiamo sentito parlare. Naturalmente, ne abbiamo discusso. Stiamo valutando le implicazioni di introdurre tali banconote. In linea di principio non abbiamo niente contro questo progetto, ma stiamo valutando le implicazioni e spero che Mr Tremonti si renda conto che se tale banconota dovesse essere introdotta, egli perderebbe il diritto di signoraggio che si accompagna ad essa. Dunque se egli, come ministro dell’Economia, ne sarebbe contento non lo so." (Duisenberg morì il 31 Luglio 2005 nella sua villa di Faucon nel sud della Francia, trovato affogato nella sua piscina, ufficialmente colpito da un infarto).

Qui di seguito potete leggere l'articolo completo dove ho preso la notizia e le successive dichiarazioni di Tremonti,e alcuni intrecci con nomi politici tra le varie banche.

Credo che,per adesso,ci sia poco da aggiungere.
Buon anno ancora a tutti.

Consiglio di vedere il video qui sotto.
Signoraggio:La banca centrale


15 opinioni:

Vincenzo ha detto...

Ciao Lele mi fa piacere sapere che si sta spargendo questa moda di "inquinare" il web di argomenti interessanti e di attualità. La rete è un virus che dobbiamo diffondere come ci piace fare a noi; con l'informazione vera, con il diritto di critica e opinione. Se non applichiamo alla lettera ciò che è sancito dalla costituzione, la democrazia rimarrà sempre lettera morta. Rompiamoli le balle ai potenti, inondiamoli di mail tutti i giorni uno per uno, controlliamoli, non lasciamoli fare i loro porci comodi all'infinità. E' il momento di farli cagare sotto....ciao ciao e Buon anno!

Cris ha detto...

bravo lele.il problema è farlo capire alle persone.lo sai come sono indotrinate.ma bisogna provarci.

Nicola Andrucci ha detto...

ti ho linkato.
ciao Nicola

^Mika^ ha detto...

Lele, il problema resta sempre lo stesso:siamo troppo pochi. saremo 1/10 a pensare ciò che pensi tu, e forse 1/20 che ha le palle di dirlo! tutto è fortemente condivisibile, ma restano le nostre chiacchiere sul blog, non cambieranno di certo il mondo che viviamo... a meno che.... petizione?! ahahah, scherzo! buon anno, davvero, continua a dire sempre ciò che pensi,non sei solo!

Lele ha detto...

@ vincenzo
Cercare di inquinare con informazioni pulite penso sia l'obiettivo più importante.....!
Mi trovi daccordo.....

@ cris
noi ci proviamo fratello......

@ nicola
ti ho linkato anchio....grazie

@ mika
Bentornata.....!
Lo so che siamo sempre troppo pochi a sapere certe cose....!
A me fa già piacere sapere che non sono solo...!
Grazie.....!:)))

sabrina ha detto...

...purtroppo siamo solo in pochi a capire...auguri per il nuovo anno!

Giovanna Alborino ha detto...

non siamo pochi a capire, chi pecca lo sa, ma a loro non interessa perche' dietro ci sono interessi economici!

com'e' iniziato il nuovo anno?
intanto ti lascio un abbraccio

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Se non erro la principale proprietaria della Banca d'Italia è Banca Intesa....

Un Banca che dovrebbe essere controllata da Banca d'Italia in realtà la possiede....

Anomalie Italiane.

Ciao Lele
Daniele

►novat◄ ha detto...

ok per lo scambio di link, ps avete altri fratelli da linkare? :P

Simona ha detto...

Ottimo esempio di controinformazione! Bravo!
Ciao e auguri di buon anno!

Lele ha detto...

@ Sabrina
Grazie per la visita e buon anno anche a te.......

@ Giovanna
Intanto grazie per l'abbraccio che ricambio volentieri....!
Cmq é iniziato bene,a parte niente ferie quest'anno.....!

@ Daniele
Hai detto tutto bene come sempre....
Ciao poeta.......

@ Novat
Ti ho linkato anchio....
Nessun altro fratello da linkare.....!:)

@ Simona
Grazie e buon anno anche a te.....

Anonimo ha detto...

interessante direi...sempre in gamba amico mio stef
www.comunicazionepolitica.splinder.com

Ele ha detto...

ciao lele..certo che ti linko...spero che verrete a trovarmi spesso...ultimamente, però non stò postando molto...ma presto entrerò in azione ;-P..ciao

Vincenzo ha detto...

Cari compagni/e blogger ho notato che in in giro si respira un'aria viziata costituita da diverse correnti: cattocomunisti e comunisti pro-bertinottiani e spinte anarcoidi-ribellistiche animano le voci di quella che dovrebbe definirsi sinistra...ma una cosa importante l'avete capita o no?
Berlusconi è al governo grazie anche a quella sinistra che non è andata a votare...lo avete aiutato a raggiungere il suo sogno. Per tutti gli altri che sono andati alle urne, come me del resto, sappiate che da oggi faremo opposizioni di paglia e fumo più di quante ne abbiamo fatte fino ad ora.
Ho fatto un video che invierò al Presidente del Consiglio perchè la memoria non vada perduta...
Guarda il video: http://it.youtube.com/watch?v=T3mtwXeJqok
Sito web: http://www.vincenzocaldarola.blogspot.com/

Hires ha detto...

Se violazione dell'art. 3 c'è stata, è stato lo Stato a commetterla, visto che ha obbligato le fondazioni bancarie a cedere le quote di bankitalia alle banche che prima erano statali e poi sono state privatizzate.
Ho scritto una nota in merito.
Tuttavia, pur essendo ora le quote possedute da privati, essi non contano nulla in bankitalia, non potendo influire sulle sue funzioni pubbliche. Ho scritto una nota anche su questo (conflitto interessi bankitalia)
Basta leggere gli Statuti, le leggi dello Stato per rendersi conto della realtà. Un semplice elenco di partecipanti non vuol dire nulla.