lunedì 21 gennaio 2008

Essere liberi


Sabato nel blog di Juliet si parlava di libertà,con tanto di faccia stupita della statua della libertà.....!E nei commenti si é parlato del film Braveheart....!Quale miglior film per raccontare cos'era la libertà....?Ho detto cos'era perché mi sembra che oggi ormai si pensa in maniera diversa al significato della parola.Nel film William Wallace voleva la libertà dall'oppressione degli inglesi sugli scozzesi,la libertà di un popolo dalla schiavitù di un altro.....!
Forse sto per esagerare........ma credo che basta fermarsi un attimo e osservare il mondo,o più da vicino la nostra giornata e ci si accorge quanto il confine con una schiavitù "invisibile" sia sottile....!Essere liberi cosa significa.....?
Oggi ci si accontenta di una libertà fittizia.Mi chiedo,ci sarà qualcuno che ha avuto la responsabilità di organizzare le istituzioni in maniera di influire sul destino delle persone?Un meccanismo che costringe i più a lavorare,tutto il giorno per 40 anni,invece che riservare una parte della giornata anche alla vita....!Gli obblighi,una specie di ruggine che corrode noi stessi e i rapporti con le persone che ci stanno accanto.E poi l'abitudine all'obbligo,che é diventato un anestetico della vita.Siamo abituati a tutto,non ci stupisce più niente.Mi viene in mente una frase che é significativa a tal proposito....!"Il vero schiavo non é tanto quello con la catena al piede,quanto quello che non é più capace di immaginarsi la libertà"...!Silvano Agosti.....

L'avevo detto che forse stavo per esagerare.........

Comunque il film é per me un autentico capolavoro,con un interpretazione fantastica da parte di Mel Gibson.....!
Qui sotto un pezzo del film,il mio preferito veramente.


Braveheart Discorso agli scozzesi






Pagine Pensieri

20 opinioni:

essenzedinatura ha detto...

Quoto, molte volte si va a lavorare tutti i giorni, per sopravvivere, e non per vivere!!
L'essere schiavi o liberi, alle volte è un confine veramente sottile!
Bob

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

10 100 1000 volte baratterei giorni vuoti giorni inutili e privi di dignità con un momento vero di vita. Anche uno soltanto.

Come vedi non sei l'unico che teme di "esagerare" :-)))

LauBel ha detto...

"Libertà" ai nostri giorni è per molti (o forse proprio la maggior parte di noi) un termine virtuale...

Lieve ha detto...

Fantastico il film, forse una delel migliori interpretazioni di Mel...La libertà è un concetto così ampio che il solo parlarne...riempie il cuore ;)

Guernica ha detto...

Lele, inizio con il dirti che questo film è davvero, davvero bello.

Penso che nella società attuale, non si è più schiavi con catene materiali. Ameno nel ricco occidente.
Si è schiavi con catene invisibili che intrappolano il nostro modo di essere, creano un senso obbligato verso le convenzioni, il perbenismo, e il "così fan tutti".
La libertà è scambiata per il "faccio come mi pare". Non è così.

Ora riascolto il discorso con piacere..

Salvatore Mancini ha detto...

ah..quel film...non mi stanco mai di vederlo...quella parola urlata che supera il dolore fa venire i brividi...

►novat◄ ha detto...

ç_ç questo film m'ha fatto piangere tanto......

ma la fine è la parte migliore!

LIBERTAAAAAAAA

MARGY ha detto...

bellissimo questo film!...

"Tutti muoiono, non tutti però vivono veramente."
(William Wallace)

lucy ha detto...

si ho capito va bene tutto in linea teorica ma ....visto che non mi piace sentire solo belle parole e parlando male della politica e parlando male della medicina tradizionale (che io non sopporto tra l'altro) parlando male delle abitudini e del quotidiano che ci schiaccia...volendo criticare anche il sistema di lavoro...una volta che si critica qual è la soluzione stare qua davanti ad un pc a scriverlo su un blog e ricevere i commenti di chi al 99% la pensa come noi??!! soluzioni? ipotesi? idee?

Lele ha detto...

Ciao Lucy....!Mi aspettavo,se devo dire il vero,molte più critiche come la tua che non commenti favorevoli al mio pensiero....!
Anchio tempo fa avrei scritto la stessa cosa che hai scritto tu....!
Il mio é solo un pensiero del mio modo di giudicare o vedere il mondo....!Non credo che esistano ricette per cambiare in modo drastico....!
Non ho soluzioni,in questo hai ragione......
L'unica cosa che io posso fare é cambiare me stesso,il mio modo di vivere......non ho ambizioni di cambiare il mondo.La soluzione ognuno se la deve cercare da solo e dentro di se.....!
Come dico da un po'.....comincio da me...piano piano....!
Se poi uno é contento del mondo così com'é,questione di punti di vista......!
Grazie del commento...un caro saluto.....!

Lele ha detto...

@ essenzadinatura
Vero...molto sottile....

@ Daniele
Ti giuro che pensavo di essere criticato un po'....che poi non é necessariamente "male"......!:)))
Grazie Daniele

@ Laubel
"Virtuale come la nostra esistenza"......ci sarebbe stato bene,ma dopo si diventa troppo drammatici :)))
Un bacio.....!

@ Lieve
Hai detto una cosa davvero bella :)))
Grazie Lieve

@ Guernica
Hai detto giusto tu....

@ Salvatore Novat Margy
Il film é il mio preferito,il finale brividi......!
Margy quella frase me l'ero dimenticata....grande..!:)))
Bacioni.....

essenzedinatura ha detto...

@Lele: ciao, il mio era un discorso riferito a tutti noi che scriviamo in internet, alle volte mi prende proprio il rifiuto perchè è una grande panacea...sembra, ci dà l'illusione di stare facendo qualcosa ed invece serve a riempire solo uno spazio che altrimenti resterebbe vuoto, ecco anche utilizzando internet abbiamo l'illusione di essere più liberi ma lo siamo molto meno di prima.

NON MI RIFERIVO A TE CIRCA IL FATTO DI RICEVERE COMMENTI DA CHI LA PENSA COME CHI SCRIVE AL 99% PER ESSER CHIARI!! :)

Per quanto mi riguarda l'unica vera libvertà che mi dà internet è quella di visitare virtualmente posti in capo al mondo dove non sono stata mai se non col pensiero...però...anche qui alle volte mi sono chiesta: io uso internet dal 98...se mettessi insieme tutto il tempo che ho passato qua sopra senza che mi sia servito a qualcosa...avrei fatto qualche cosa più concreta (ad esempio un viaggio vero e non solo virtuale?). saluti a te!! LUcy

Lele ha detto...

@ Lucy
Per essere ancora più chiari,io non me l'ero presa,anzi....!:)))
Sono daccordo con te....meglio decisamente viaggiare ed esserci fisicamente nei "posti o luoghi"!
Forse hai ragione quando dici che internet ci da l'illusione.....!A me piace cmq vederci il lato positivo,in questo caso essere qui a scambiarci idee io e te...!Almeno a me ha fatto fare un sorriso.....!

Cris ha detto...

ciao lele:il sistema cè ,e sappiamo tutti chi sono!!!perdiamo 40 anni della nostra vita per il lavoro!!!!!1il lavoro altra invenzione per tenerci controllati:come le banche ,il bancomat,il telepass,il telefono. il pc,ecc.questo significa solo che siamo schiavi,come dice grillo schiavi moderni!!!!!!!!abbasso il sistema!!!!!!!!

Lucy ha detto...

@Cris: il tuo discorso può andare bene se fatto da adolescenti ma quando si diventa grandi sparare a zero così contro tutto non servirà a niente. ti farai solo del male e perderai del tempo lavorando se non sarai capace di guardarti dentro e cercare il lavoro che fa per te per cambiarlo anche solo un pochino questo mondo di schifo che dipingi (e che è così anche per me). oggi ho lavorato 10 ore di fila eppure se non l'avessi fatto sarei depressa, insoddisfatta e non avrei fatto niente di meglio nè per me nè per il miei cari nè per il mondo. Lucy

Giovanna Alborino ha detto...

gli italiani hanno avuto la liberta', ma non l'hanno saputa gestire..

la nostra realta' ne parla..

ciao lele

D ha detto...

Ciao Lele,

assolutamente d'accordo riguardo il tuo concetto di libertà.

Ottimo post.

Spippy ha detto...

"Il vero schiavo non é tanto quello con la catena al piede,quanto quello che non é più capace di immaginarsi la libertà"

Non hai assolutamente esagerato. Anzi, hai scritto un post bellissimo e l'hai chiuso riportando una frase stupenda.

Un bacio